Dentro l’architettura, torna Ohn

, Single Post Template

Sono oltre 40 le novità del programma questa edizione di Open House Napoli, che chiude il festival dopo Torino, Milano (25-26 settembre), Roma (2-3 ottobre)

Lo scorso giugno Open House è diventata grande, costituendo la rete Open House Italia. Coinvolte tutte e quattro le città: Torino, Milano, Roma, Napoli. 700 siti da visitare, per tornare ad osservare da vicino, conoscere e celebrare un patrimonio architettonico multiforme e in continua trasformazione, tra i più rilevanti al mondo. Torino ha dato il via al mese di Open House Italia nello scorso weekend, mentre Milano si appresta ad aprire i battenti il 25 e 26 settembre. Sarà poi la volta di Roma il 2 e 3 ottobre. 130 i luoghi da visitare a Napoli nel weekend del 9 e 10 ottobre.

Napoli conferma i numeri della seconda edizione con un programma ricco di visite guidate gratuite tra siti spesso inaccessibili, percorsi inediti, itinerari nel verde e nella creatività urbana, eventi tematici e la sezione OhnKidS dedicata ai più piccoli. Un viaggio dentro le architetture, ma anche dentro la memoria individuale e collettiva dei luoghi. Tra i luoghi disponibili sin dalla prima edizione il Brin 69 a Napoli est alla sede dell’Università Federico II – Campus di san Giovanni a Teduccio, polo tecnologico che ospita anche la sede dell’Apple Developer Academy. Un’altra peculiarità di Open House Napoli è l’apertura dei cantieri, che consente ai visitatori di gettare lo sguardo sul futuro della città. Un esempio è il Cantiere della Bretella di Monte Sant’Angelo, sede della stazione che collegherà la linea Circumflegrea di Soccavo con il vicino complesso universitario.

Sono oltre 40 le novità del programma questa edizione. Tra queste la Pontificia Facoltà di Teologia a Capodimonte, l’Archivio di Stato e Palazzo Sanfelice alla Sanità. Open House Italia si arricchisce, inoltre, dell’inedito progetto video-editoriale Trame Urbane che vedrà protagonisti autrici e autori italiani – tra scrittura, regia e fotografia – che ci accompagneranno in una narrazione autobiografica ed evocativa, sullo sfondo della loro ricerca artistica, attraverso i luoghi a loro più cari o significativi, per aggiungere un ulteriore tassello di contenuto nella grande continua storia delle nostre città.

Open House Italia sarà «un racconto a più voci che mostra le peculiarità delle quattro metropoli, le loro fruttuose diversità e ciò che le accomuna. L’evento va considerato solo il primo tassello di un percorso di collaborazione progettuale più ampio che mira a costruire un ritratto sempre più articolato e inclusivo dell’architettura italiana delle città. E la connessione a questa rete costituisce a nostro avviso un’opportunità non solo per Open House Napoli, ma per la città nel suo complesso», hanno affermato i direttori di Ohn, Alessandra Thomas e Stefano Fedele.

Il programma completo sarà on line a partire da lunedì 27 settembre. Partecipare è semplicissimo: basterà andare sul sito, registrarsi e costruire il proprio tour per il weekend del 9 e 10 ottobre. Le prenotazioni, per i siti che le prevedono, saranno attive a partire da sabato 2 ottobre. Per tutti i siti al chiuso è richiesto il Green pass, che non sarà necessario per i percorsi, gli eventi e i laboratori all’aperto.

@dalsociale24

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Skip to content