Chi blocca la Masseria Ferraioli

, Single Post Template

L’intervento del direttore bene confiscato, Giovanni Russo, in consiglio comunale

Il 12 giungo 2018 è stata sottoscrizione la convenzione tra il ministero dell’Interno ed il Comune di Afragola per lo stanziamento di 1.497 milioni di euro. Fondi previsti dal Pon Legalità del ministero dell’Interno che il Comune di era aggiudicato per la ristrutturazione della Masseria Antonio Esposito Ferraioli. I lavori non sono mai partiti in quanto il soggetto attuatore del progetto, ovvero il Comune di Afragola, non ha avviato le pratiche necessarie. Questa mancanza potrebbe far perdere i fondi.

Dopo sedici mesi, nel corso dei quali l’amministrazione non ha saputo spiegare i motivi del mancato avvio dei lavori, il gruppo consiliare A viso aperto ha presentato un’interrogazione consiliare nel corso dell’ultimo consiglio comunale di Afragola, tenutosi l’11 ottobre. Il direttore della Masseria Antonio Esposito Ferraioli, Giovanni Russo, è intervenuto in sede di consiglio. In quell’occasione Russo ha ricordato le cifre, i tempi relativi al progetto.

Giovanni Russo ha sottolineato che non si hanno notizie del monitoraggio che avrebbero dovuto effettuare vari professionali dipendenti del Comune, oltre che esterni ma del territorio. Su questo punto il Comune deve conferire incarichi per 119.328,61 euro. In questi sedici mesi l’amministrazione afragolese ha affidato un solo incarico per una cifra pari a 4.400,80 euro ad un geologo che ai gestori non risulta mai aver visitato il bene.

A seguito dell’intervento di Giovanni Russo ha preso la parola in consiglio comunale l’assessore alle Attività economiche Giuseppe Affinito, evidenziando che l’amministrazione vuole recuperare il tempo perso e che non ha nessuna volontà di perdere il finanziamento. L’assessore ha inoltre detto che entro questa settimana sarà approvata la lista dei professionisti esterni all’ente che devono avviare la progettazione definitiva.

«Recepisco di buon grado l’apertura molto chiara del Comune, ma che ci aspettiamo atti concreti perché ci sono da recuperare sedici mesi di inattività, che non sono pochi. Adesso dovremo rimboccarci tutti assieme le maniche». Questa la contro risposta del direttore della Masseria Ferraioli, Giovanni Russo.

Ciro Oliviero

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos