Disabilità e linee guida per la scuola

, Single Post Template

La posizione del presidente della Federazione italiana per il superamento dell’handicap

Tre giorni fa il testo per il rientro a scuola il 14 settembre ha avuto il via libera da Regioni ed enti locali. A seguito dell’approvazione il ministro dell’Istruzione Azzolina ha detto che «a settembre si torna a scuola in presenza e in sicurezza». Ma forse non per tutti. Non per gli studenti con disabilità la cui «inclusione richiede molti e variegati accorgimenti, accomodamenti ragionevoli appunto, tarati e adattati alle specifiche e personalissime esigenze», ha detto il presidente di Fish, Vincenzo Falabella.

Il ministro aveva ascoltato le richieste dell’organizzazione. Aspetto apprezzato da Fish. Ma la «loro complessiva attuazione richiede l’apertura e il mantenimento di un cantiere e di un monitoraggio costante», ha detto Falabella. Per il presidente di Fish si tratta comunque di un passo in avanti. Un passaggio delle linee guida sottolinea infatti che sarà «priorità irrinunciabile sarà quella di garantire […] la presenza quotidiana a scuola degli alunni con bisogni educativi speciali, in particolar modo di quelli con disabilità».

Per la Fish non bastano le indicazioni su mascherine e dispositivi di protezione ed eventuali eccezioni. Sarà dunque fondamentale il confronto ed il supporto reciproco tra le famiglie degli studenti con disabilità, le organizzazioni di categoria, le scuole, gli enti locali. «La scuola – ha concluso Falabella – deve iniziare lo stesso giorno per tutti, anche per gli alunni e le alunne con disabilità».

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos