Un ecografo per i senza fissa dimora di Napoli

, Single Post Template

Lo strumento è stato acquistato anche grazie al contributo di CartaE di UniCredit

L’assistenza alle persone senza fissa dimora prosegue ad ogni latitudine. Da Milano e Napoli. Il Centro La Tenda, che segue le persone che vivono dal 2005, si è dotato di un ulteriore strumento per l’assistenza degli homeless. Di tratta di un ecografo multidisciplinare ergonomico e versatile Ge Healthcare Versana Balance. L’acquisto del macchinario è avvenuto anche grazie al contributo di UniCredit attraverso i fondi del progetto Carta E, la carta di credito a contribuzione etica con cui l’ente ha già sostenuto sul territorio napoletano progetti come l’orto sociale al Giardino degli Scalzi ed il bistrot Lazzarelle. Ed oltre 750 progetti in tutta Italia.

L’ecografo acquistato dall’associazione che opera dal 2005 del Rione Sanità andrà a potenziare le attività dell’ambulatorio medico nato nel 2012 per fornire assistenza sanitaria gratuita sia agli ospiti del centro di accoglienza notturno, sia a tutte le famiglie del quartiere che vivono in condizioni di povertà. Il nuovo strumento permetterà diagnosi più precoci e una maggior tempestività nell’avvio del progetto terapeutico individuale.

Nel ringraziare UniCredit i volontari del Centro La Tenda onlus hanno evidenziato che «il nuovo ecografo infatti consentirà ai nostri volontari medici di effettuare molteplici esami che prima non eravamo in grado di assicurare a chi, privo di mezzi economici e spesso di assistenza sanitaria, si rivolge a noi». La Regional Manager Sud di UniCredit, Annalisa Areni,ha sottolineato che «la nostra iniziativa vuole sostenere un progetto portato avanti con impegno e determinazione da una onlus che opera da tempo nella città di Napoli, offrendo importanti servizi socio-sanitari per le fasce più deboli della popolazione».

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Skip to content