A Bologna una sartoria ecologica

, Single Post Template

Sartorie leggere, l’impresa creata da Barbara Montanari, mamma una bambina con sindrome di Down

Sartorie leggere produce abiti accessibili da tessuti di recupero made in Italy. L’idea di dare vita a Sartorie leggere è venuta a Barbara Montanari, mamma di due figli, di cui una bambina con sindrome di Down. A sostenerla dal primo momento sua madre. Con loro lavorano anche alcune ex colleghe della madre di Barbara.

LA STORIA
Barbara Montanari aveva un lavoro dipendente. Il suo ex datore di lavoro la licenziò perché costretta troppo spesso a ricorrere ai permessi della legge 104 per assistere sua figlia. Dopo il licenziamento ha cercato un altro lavoro. Senza fortuna. Dopo vari rifiuti nel suo campo, quello del marketing con l’estero, ha scritto un progetto. L’idea era quella di mettere a frutto 15 anni trascorsi nella moda e nella progettazione sociale in India.

Il progetto non trovava finanziatori. Molti plausi, ma nessun soldo. A quel punto ha deciso, assieme alla madre, che ha lavorato nella moda negli anni Ottanta e Novanta, di far nascere la sartoria ecologica. Tra i capi realizzati ci sono delle t-shirt con la poesie di Sara Yakoubi, una 23enne con sindrome di Down, che lavora come bidella in una scuola. Queste maglie sono state indossate dai membri de Lo stato sociale. Nella sartoria ci sono altre ragazze con sindrome di Down o con disturbo dello spettro autistico che fanno da modelle. Nuovi progetti attendono Sartorie leggere nelle prossime settimane. Tra questi anche uno di inclusione lavorativa.

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos