Telese Terme aderisce alla Convenzione Onu

, Single Post Template

In occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità il Comune ha presentato anche l’archivio tattile

Il 13 dicembre 2006 le Nazioni Unite ratificavano la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità. Con la legge 18 del 3 marzo 2009 il Parlamento italiano ha autorizzato la ratifica della stessa. Il 3 dicembre 2020 – in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità – anche il Comune di Telese Terme, in provincia di Benevento, ha approvato una delibera di adesione ai principi e alle indicazioni della convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità. L’adesione non è uno spot per i diritti, ma impegna l’amministrazione nel coinvolgimento delle persone con disabilità, nella sensibilizzazione verso una cultura d’inclusione. E anche nell’interlocuzione con la scuola, le altre agenzie educative e dei mass media.

Il Comune di Telese Terme si farà carico di chiedere a parlamento e governo di incrementare il Fondo nazionale per le politiche sociali e il Fondo per la non autosufficienza. Sostenere le persone in stato di fragilità e supportare le loro famiglie, con particolare riferimento alla situazione personale e familiare delle persone con disabilità. Un impegno da portare avanti con «il coinvolgimento di tutti», ha dichiarato il sindaco di Telese Terme, Giovanni Caporaso. «La Giornata istituita dall’Onu – ha detto ieri il primo cittadino – è un momento di riflessione comune sulla tutela dei diritti, la piena accessibilità dei servizi e l’abbattimento delle barriere, che spesso vanno oltre quelle meramente architettoniche».

LEGGI ANCHE: Chiara racconta Il Museo di tutti e per tutti

Anima di questo risultato è stata la consigliera Maria Venditti, delegata ai Servizi sociali e presidente del consiglio comunale. «Riconoscere la diversità umana come elemento di sviluppo e la difesa dei diritti umani come fondamento delle istituzioni e della democrazia è ciò che tutti dovremmo vedere garantito in una società pienamente civile», ha detto la consigliera. Nella stessa giornata Telese Terme ha presentato anche l’archivio tattile, uno strumento per favorire l’accessibilità ai beni storico-culturali, artistici e paesaggistici. Proprio Benevento è stata la prima città europea ad avere un archivio tattile del patrimonio culturale permanente.

L’obiettivo è quello di favorire l’avvicinamento e la fruibilità dei beni culturali da parte di ciechi ed ipovedenti, attraverso la realizzazione di mappe tattili riprodotte a partire da immagini e planimetrie dei siti di interesse ed elaborate in rilievo per l’utilizzo tattile. Dalla mappa è possibile toccare i contorni strutturali dei monumenti e ricevere anticipatamente informazioni utili dei luoghi che si intende conoscere.

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Skip to content