Siamo tutti Migranti, il messaggio dei KamAak

, Single Post Template

Un lavoro di denuncia, quello del duo napoletano, che vuole ricordare il sacrificio dei migranti morti in mare nel tentativo di raggiungere l’Europa

In seguito alla strage di 28 maliani sul monte Bianco l’Onu decretò il 18 dicembre come Giornata Internazionale dei Diritti dei Migranti. Un’occasione per promuovere i diritti lavorativi delle persone migranti. Come in Siamo tutti Migranti, progetto audiovisivo del poliedrico regista e coreografo Andrea Veneri realizzato con la collaborazione musicale del duo napoletano KamAak. Per ricordare il sacrificio dei migranti morti in mare nel tentativo di raggiungere l’Europa. Il numero dei decessi dei migranti, specie quelli che attraversano il mare o conflitti violenti, è più che raddoppiato nel corso dell’ultimo anno. Lo ha reso noto l’Organizzazione internazionale per le migrazioni, la quale ha invitato gli Stati interessati a prendere provvedimenti urgenti. 

Un lungo lavoro di ricerca, quello del duo, che da suoni canonici, ordinari, arriva a combinare modi e mondi espressivi in maniera unica e caratterizzante. Il violino viene estrapolato dal suo contesto classico e tradizionale, ma al tempo stesso ne conserva fortemente i caratteri, per essere manipolato con gli strumenti dell’elettronica. Il loro primo singolo Incipit è stato presentato alla Facoltà di Napoli Federico II dal professore di Musicologia Enrico Careri ed è stato più volte trasmesso da tv nazionali come la Rai. Un lavoro di denuncia che vuole veicolare il messaggio che «siamo tutti in movimento, siamo tutti migranti».

@dalsociale24

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Skip to content