Scuola e politiche per la disabilità

, Single Post Template

L’incontro Piano Educativo Individualizzato Digital Talk di approfondimento e analisi, promosso dalla Fish, si terrà venerdì 19 febbraio alle 17

L’inclusione scolastica delle persone con disabilità è stato un tema centrale dell’ultimo anno. L’emergenza da Covid-19 ha acuito le distanze e l’esclusione. In questa fase in cui le scuole sono in parte chiuse, in parte sono divise tra didattica in presenza e a distanza, la frequenza degli studenti con disabilità è messa ancora a rischio. Soprattutto in alcuni territori dove le Regioni o le singole scuole adottano provvedimenti non in linea con le disposizioni ministeriali. Lo scorso 13 gennaio il Miur aveva trasmesso alle scuole di ogni ordine e grado il nuovo Piano Educativo Individualizzato per gli studenti con disabilità.

Il Pei punta all’inclusione scolastica dei singoli studenti. Nonostante le organizzazioni che rappresentano alunne e alunni con disabilità abbiano dato il proprio contributo, il piano non è stato completamente apprezzato. A margine della diffusione del Pei la Fish aveva evidenziato che ci sono elementi mancanti, come la somministrazione non specialistica dei farmaci e le Linee Guida sul Profilo di Funzionamento che tengano conto della condizione di disabilità dei singoli alunni. Questi ed altri aspetti saranno al centro dell’incontro “Piano Educativo Individualizzato Digital Talk di approfondimento e analisi”. L’incontro, promosso dalla Fish, sarà trasmesso in diretta sul sito e sui canali Facebook e YouTube dell’associazione venerdì 19 febbraio alle 17.

L’introduzione dei lavori sarà affidata al presidente di Fish, Vincenzo Falabella. A coordinare il webinar la coordinatrice del Gruppo Scuola Fish, Stefania Stellino. Tra i relatori Francesca Palmas, responsabile centro studi e scuola dell’Associazione Bambini Cerebrolesi, Raffaele Ciambrone della direzione generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico del Miur, Gianfranco de Robertis, consulente legale di Anffas per le politiche scolastiche, sociali e socio-sanitarie.

L’auspicio della Fish – si legge nel comunicato – è che con il nuovo ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi «il confronto sui temi della scuola e del nuovo Piano educativo individuale possa proseguire». La speranza dell’organizzazione è che «i nuovi strumenti adottati dal Pei permetteranno, su tutto il territorio nazionale, di avere un linguaggio comune e univoco, con l’obiettivo di superare discrezionalità, approssimazione, disomogeneità, nell’ottica di poter rendere sempre più esigibili i diritti dei ragazzi e delle ragazze con disabilità».

@dalsociale24

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Skip to content