Sarno, Marevivo scrive a Mattarella

, Single Post Template

Chiesta maggiore attenzione da parte delle istituzioni, a partire dalla Regione

Il Sarno è il fiume più inquinato d’Europa. Si trova in Campania, tra le province di Napoli e Salerno. Un’emergenza ambientale importante che ha visto spendersi (a parole) negli anni politici di ogni fazione e di ogni ordine e grado. Dai ministri ai sindaci dei Comuni che affluiscono al fiume passando per i presidenti di Regione. Pochi gli interventi concreti. Negli anni sono molte anche le associazioni che si sono battute in difesa del fiume Sarno.

Tra queste anche Marevivo che questa mattina ha inviato una lettera al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Nella missiva l’associazione sottolinea che «in piena siccità, in assenza di sorgenti d’acqua, il livello del fiume Sarno si è innalzato come se avesse piovuto incessantemente, creando una condizione sanitaria oltre il limite.
Intere città continuano a sversare reflui tossici nei canali privi di acque di sorgente e a loro volta respirano i miasmi dei propri scarti e dell’inquinamento cittadino».

A scrivere è il responsabile della divisione Sarno di Marevivo, Giovanni Straniero. Nella lettera si richiede maggiore attenzione da parte delle istituzioni, a partire dalla Regione. Durante il lockdown le acque del Sarno, così come di altre aree del Paese, apparivano perfino limpide. Questo chiarisce ancor di più che gli sversamenti abusivi incidono per larga parte sulla condizione del Sarno. «E’ necessario – scrive Marevivo – garantire più controlli contro sversamenti illegittimi e scarichi abusivi, altrimenti, non si riuscirà mai a ripulire il fiume e i suoi torrenti».

Stefano Malla

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos