Il caso Open Arms e l’astenuta grillina

, Single Post Template

Con 149 voti favorevoli l’Aula di Palazzo Madama ha autorizzato il processo

Il 20 marzo 2019 l’allora ministro dell’Interno Matteo Salvini aveva scampato il processo sul caso Diciotti. Furono 232 i senatori che votarono contro l’autorizzazione a procedere chiesta dal tribunale di Catania. Allora Salvini era in maggioranza. Aveva il M5S dalla sua parte. Oggi non è più così. Dopo aver ottenuto il decreto Sicurezza bis, tra un mojito e l’altro aveva dato vita alla crisi del governo Conte 1. Oggi Salvini è all’opposizione. Oggi, con 149 voti favorevoli, l’Aula di Palazzo Madama ha autorizzato il processo al senatore leghista sulla vicenda Open Arms.

In Aula erano presenti 92 senatori pentastellati. I voti favorevoli sono stati 91. Un senatore si è astenuto. Si tratta della siciliana Tiziana Drago. La motivazione l’ha data all’Adnkronos, dicendo che «ci fu una corresponsabilità del governo Conte 1 in quella vicenda». Un governo che la senatrice appoggiava. Così come appoggia quello attuale, il Conte 2. Non si sa fino a quanto. Questo voto potrebbe essere un preludio ad un suo passaggio alla Lega. O al gruppo misto. Come hanno fatto diversi suoi ex colleghi di partito. Lei nicchia.

La senatrice grillina voluto fare «un parallelismo con la grave situazione che si sta verificando in Sicilia a Porto Empedocle. La questione migranti viene minimizzata. Secondo voi è più grave mantenere quei migranti sopra una nave o farli sbarcare in quelle condizioni? Sto notando una leggerezza nell’approccio a questo tema. Si sottovaluta il rischio di emergenza sanitaria». I casi di migranti positivi al Coronavirus sono pochi rispetto agli sbarchi. Sono molto di più i positivi ammassati nell’ex Caserma Serena a Treviso. Contagiati da un operatore che non aveva allertato sul proprio stato di positività. Inoltre il parallelismo della Drago appare alquanto forzato.

Della vicenda ha parlato, tra gli altri, anche l’ex sindaco di Venezia Cacciari. Secondo il filosofo «Salvini avrà questa grana processuale che finirà in niente, e semmai in questo momento gli farà anche un po’ comodo. Sono sicuro che lo assolveranno». La giustizia farà il suo corso.

Ciro Oliviero

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos