Rojava, il corso di sartoria per vedove Isis

, Single Post Template

Il progetto punta alla costituzione di una cooperative al femminile nel campo profughi Roj

Arci Firenze ha lanciato un progetto nel campo profughi Roj, in Rojava. Un progetto tutto al femminile che prevede la realizzazione di mascherine lavabili. Realizzate con il logo Arci Resistenza Virale saranno in vendita a 5 euro presso la sede Arci di Piazza dei Ciompi a Firenze. Un’iniziativa nata per offrire supporto per l’emergenza Covid con l’invio di 10 mila mascherine nella regione del nord della Siria. Per prenotare le mascherine è attivo il numero 055 262970.

Il progetto Campo profughi Roj. Un futuro comune di Pace si muove su tre direttrici. In primis attraverso l’accompagnamento alla costituzione di una cooperativa di sartoria per le donne parenti degli ex combattenti dell’Isis. I corsi vedranno il coinvolgimento di 50 donne ciascuno. Al progetto prenderanno parte inoltre 39 donne già formate.

In secondo luogo attivando un corso di salute femminile. A loro saranno insegnate le nozioni basi di ginecologia, ostetricia, igiene. Anche in questo caso le donne coinvolte saranno 50. In ultimo il progetto mira ad allestire uno spazio culturale per le donne ed un centro sportivo per i minori all’interno del campo profughi Roj.

Il progetto sostiene anche il crowdfunding attivato per il progetto Dalla parte dei curdi su produzionidalbasso.com, promosso da Arci Nazionale e Uiki onlus.

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos