Cerca
, Single Post Template

Olocausto, il ricordo 75 anni dopo

, Single Post Template

Questa mattina sui social molti politici hanno ricordato la Shoah

Sono trascorsi settantacinque anni dal giorno in cui le truppe dell’Armata Rossa liberavano i sopravvissuti del campo di sterminio di Auschwitz. In quel luogo persero la vita 1,1 milioni di persone. Molti nelle camere a gas. In totale ci fu lo sterminio di oltre 6 milioni di uomini che secondo l’ideologia nazifascista appartenevano ad una razza inferiore.

Questa mattina in un post su Facebook il segretario del Partito democratico Nicola Zingaretti ha ricordato che il 27 gennaio 1945 furono abbattuti i cancelli del campo di concentramento. «Ricordiamo – ha scritto Zingaretti – chi è stato ucciso dall’odio e lottiamo ogni giorno per evitare che quello che è stato possa riaccadere. Mai più».

Sui social diversi altri esponenti politici hanno ricordato questo importante anniversario. Il deputato questore del M5S alla Camera Francesco D’Uva in un tweet ha sottolineato che «il 27gennaio segna l’inizio di una liberazione che deve continuare a rinnovarsi. C’è sempre urgenza di liberare la società da nuove forme di violenza, odio, discriminazione: guerra e morte. Ricordare è il primo, importantissimo, passo».

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos