Coronavirus, a Napoli parte Libri senza confini

, Single Post Template

Ecco come richiedere i libri in prestito

L’emergenza ha aumentato le difficoltà di molte famiglie nel mettere il piatto a tavola. A quelle che già erano in stato di necessità prima del Coronavirus se ne sono aggiunte altre. E quando hai difficoltà a permetterti beni di prima necessità non puoi permetterti di pensare alla cultura. Per questo i volontari dell’associazione Terra di Confine che opera nell’area est di Napoli, si sono inventati Libri senza confini.

L’iniziativa consiste nel prestito di libri. Sul sito dell’associazione c’è la lista dei libri disponibili. I cittadini si Napoli est possono consultarla e chiedere di ricevere un libro in prestito. Una sorta di biblioteca a domicilio. Venerdì le prima consegne assieme ai pacchi alimentari che dall’inizio dell’emergenza l’associazione sta gestendo. Oltre che su Facebook e Instagram è possibile richiedere i libri scrivendo a info@terradiconfine.napoli.it.

«In un momento storico doloroso per tutti stiamo ragionando, trovando energie e generando idee da mettere in campo per il quartiere. Questa idea non nasce da noi, ma su input degli amici del Collettivo Teatrale LunAzione, e ci ha fatto piacere dargli seguito e legarla alla consegna pacchi alimentari fatta in questi mesi. Quindi non solo cibo per la mente ma anche per lo spirito. Passiamo ancora molto tempo da soli nonostante la fase 2 e ci fa piacere che le persone nel leggere questi libri immaginino nuovi mondi e, chissà, magari come trasformare il nostro, Ponticelli», ha dichiarato il presidente di Terra di Confine, Pasquale Leone.

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos