Morra: togliere spazi a cosche per darli a scuole

, Single Post Template

Firmato il protocollo d’Intesa tra il ministero dell’Istruzione e la commissione parlamentare Antimafia

Campi estivi gratuiti per mille fra studenti nei beni confiscati alla mafia in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Già da questa estate saranno possibili grazie al Protocollo d’Intesa tra il ministero dell’Istruzione e la Presidenza della Commissione Antimafia firmato questa mattina a Locri. Il presidente della commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra, ha sottolineato che «con l’arrivo del prossimo anno scolastico molte attività didattiche possano essere allocate all’interno dei beni confiscati».

Il campo di Locri sarà ospitato presso l’Ostello Locridè, gestito dal consorzio sociale Goel. Alla ratifica del protocollo Nicola Morra ha sottolineato che «sul piano dell’immagine in tema di presenza e di ingerenze della criminalità organizzata – ha sostenuto Morra – la Locride e un parte consistente della Calabria, vanno riabilitate. Quindi come governo faremo di tutto per trasformare il negativo in positivo».

«Per la lotta alla mafia oggi a Locri è stata una giornata storica. È stato stipulato un protocollo d’intesa tra il ministero dell’Istruzione e la presidenza della commissione Antimafia per lo svolgimento di campi estivi, in terreni confiscati, proposti da cooperative sociali attive in Calabria, Sicilia, Puglia e Campania», ha detto la capogruppo del M5S in commissione Istruzione al Senato, Bianca Laura Granato.

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos