Martin Luther King arriva a Barra

L’edificio si trova nel Parco Cavour a Barra

I have a dream. Questa la frase emblematica del discorso che Martin Luther King pronunciò il 28 agosto 1963 davanti al Lincoln Memorial di Washington. Nelle scorse settimane quella frase è apparsa sul muro di un palazzo a Barra, quartiere dell’area orientale di Napoli. Con quella tante altre frasi scritte dallo street artist Jorit. Poi è iniziato a nascere il volto dell’attivista statunitense per i diritti civili.

L’edificio sul quale si affaccia il volto di Martin Luther King si trova nel Parco Cavour tra via Chiaromonte e via Velotti. Un personaggio scelto da Jorit in quanto «icona di giustizia sociale», come ha spiegato lo stesso artista. Una scelta non casuale in un quartiere che si sente abbandonato dalle istituzioni. In un’area, Napoli est, che è lasciata a sè stessa.

L’opera è stata finanziare dalla fondazione Banco di Napoli. A coordinare il progetto stato Giovanni Savino della cooperativa Il tappeto di Iqbal. Un’opera di 15 metri inaugurata questa mattina alla presenza del commissario della fondazione Banco di Napoli, Patriza Stasi, dell’assessore alle Politiche sociali della Regione Campania, Lucia Fortini, e dei docenti e studenti delle scuole Vittorino da Feltre, Cavalcanti e Rodinò.

«La battaglia contro le mafie, contro la criminalità e contro ogni forma di degrado può essere combattuta in un solo modo. Creando bellezza. Facendo cultura. Abbattendo le disuguaglianze. Impegnandosi per cancellare ogni forma di discriminazione sociale», ha scritto su Facebook dopo l’inaugurazione il consigliere regionale della Campania Vincenzo Viglione.

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos