Cerca
, Single Post Template

Loach e gli schiavi di Amazon

, Single Post Template

Sorry We Missed You racconta una storia di schiavitù

Negli ultimi mesi i lavoratori delle imprese che fanno consegne sono stati al centro delle cronache. Tra quelli che hanno osservato il fenomeno con maggiore attenzione anche Report. A novembre la trasmissione di prima serata di Rai3 ha dedicato un’inchiesta ai trentamila che pedalano per effettuare consegne per le aziende che mettono in rete domanda e offerta di cibo pronto.

L’attenzione sul mercato dei rider e dei dipendenti dei negozi virtuali arriva supera i confini nazionali. E diventa un film. Il regista Ken Loach porterà sul grande schermo Sorry We Missed You. In uscita il 2 gennaio il film del regista inglese racconta la storia di Ricky. Una storia di schiavitù nella quale viene risucchiata l’intera famiglia del protagonista del film di Loach.

Dal film emerge che fare le consegne dei pacchi è un lavoro massacrante. Su Amazon puoi acquistare qualunque cosa e qualcuno la dovrà consegnare. Con dei tempi cadenzati. Senza possibilità di errore. Se ne commetti uno, anche minimo, può esserti fatale. Perché il lavoro di consegna dei pacchi è paragonabile a un freelance. Non hai un contatto. Non sei dipendente. Sei solo con te stesso e devi pedalare forte o guidare cercando di evitare il rosso del semaforo per portare a termine la consegna nel più breve tempo possibile.

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos