In Italia il tasso di rischio di povertà più alto in Ue

, Single Post Template

L’Italia conta ben sei regioni tra le prime venti in Europa per rischio di povertà più alto in Ue, con Sicilia e Campania rispettivamente prima e seconda

Nel 2019 le persone a rischio povertà sono passate a 15 milioni e 388 mila contro 16 milioni e 441 mila del 2018. A certificarlo L’Eurostat. Il Belpaese conta ben sei regioni tra le prime venti in Europa per rischio di povertà più alto. Tutte al sud. Con Sicilia e Campania rispettivamente prima con 41,4 e seconda con 41,2 punti percentuali. A fronte di una media Ue di rischio di povertà ed esclusione sociale del 21,4 per cento. Percentuali che si riferiscono alle persone che hanno un reddito disponibile inferiore a quello della media nazionale. A completare il podio di questa classifica la Romania del nord est con il 41,1 per cento.

Se si allarga la platea alle persone a rischio esclusione sociale in Sicilia la percentuale sale al 48,7 per cento, mentre in Campania al 49,7. Nella classifica appaiono due regioni bulgare, due portoghesi, altre tre rumene, sette spagnole. Le altre regioni italiane sono Calabria, Puglia, Basilicata, Molise. Dati che si riferiscono al 2019, e dunque pre pandemia. Ma saranno verosimilmente peggiori nei prossimi mesi, quando saranno analizzati i numeri relativi all’ultimo anno.

ALLEANZA CONTRO LA POVERTÀ

«Quelli che ci consegna l’Eurostat sono dati impietosi per l’Italia. E per la Campania in particolar modo. Come Alleanza contro le povertà in Campania abbiamo più volte sottolineato la necessità di ampliare la platea dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza. Occorrerebbe – ha detto a dalSociale24 la portavoce dell’Alleanza contro la povertà in Campania, Melicia Comberiati – ridisegnare la misura in maniera più equa, inclusiva e attenta alle nuove emergenze sociali nate con la pandemia. Per farlo è necessaria la conferma del Fondo Povertà (587 milioni nel 2020, 615 per ciascuno degli anni 2021 e 2022) e della sua destinazione a favore del rafforzamento degli interventi e dei servizi sociali», ha aggiunto.

DISABILITÀ

Altro dato da tenere in considerazione è la povertà legata alla disabilità. Secondo Eurostat, infatti, nel 2019 è stata registrata la più alta percentuale di persone con disabilità a rischio di povertà o esclusione sociale tra gli Stati membri. Il primato spetta alle Bulgaria con il 50,7 per cento. Seguono Lettonia (42,1%), Estonia (40%), Lituania (39,9%), Irlanda (37,8%). In Italia è a rischio povertà ed esclusione sociale il 29,5 per cento delle persone con disabilità.

@dalsociale24



SULLO STESSO ARGOMENTO POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Covid: colpo all’occupazione femminile

Da Progetto Arca colazione per i senzatetto

Istat: Italia a rischio povertà

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Skip to content