Il carcere alla Mostra di Venezia

, Single Post Template

Venerdì le detenute di Giudecca di Venezia incontreranno il regista Luchetti

La proiezione di Lacci di Daniele Luchetti aprirà la 77esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Tra gli spettatori che alle 19 assisteranno in platea anche una detenuta del penitenziario femminile di Giudecca. Venerdì le detenute della casa circondariale di Venezia assisteranno alla proiezione dei film di Luchetti La nostra vita e Anni felici. A seguire incontreranno il regista. Un’iniziativa che si ripete. Già negli anni passati c’era stata una collaborazione tra le carceri di Venezia e la Mostra del cinema.

LEGGI ANCHE: Donne in carcere si raccontano alla Mostra del Cinema di Venezia

L’iniziativa viene portata avanti dal 2008 con il coordinamento del regista Michalis Traitsis di Balamòs Teatro. In questi anni le detenute hanno incontrati personaggi del calibro di Antonio Albanese, Gabriele Salvatores, Ascanio Celestini, David Cronenberg, Paolo Virzì. Traitsis è responsabile del progetto teatrale Passi Sospesi, svolto nelle carceri veneziane di Giudecca e di Santa Maria Maggiore dal 2006.

Il carcere sarà uno dei temi di Notturno, il film che Gianfranco Rosi ha girato in Medio Oriente tra Iraq, Kurdistan, Siria e Libano. La sensibilizzazione sulle condizioni delle carceri italiane sarà al centro della Summer School in Cinema Human Rights and Advocacy di Venezia. Il programma sarà illustrato dall’avvocato Alessandro Ienzi, diplomato alla Scuola dei Mestieri del Teatro Biondo e fondatore di Raizes Teatro.

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos