Cerca
, Single Post Template

Giornata contro Mutilazioni Genitali Femminili

, Single Post Template

L’appello di Unicef

Il 6 febbraio ricorre la Giornata Internazionale di Tolleranza Zero per le Mutilazioni Genitali Femminili. In questa giornata Unicef racconta la storia di Tabitha, una ragazza cresciuta in Kenya. A 16 anni ha visto le sue coetanee subire mutilazioni genitali femminili, una violazione dei diritti umani per la quale quest’anno sono a rischio 4 milioni di ragazze. Tabitha si è salvata grazie al supporto dei suoi genitori.

Oggi Unicef chiede che «venga posta fine a questo terribile atto di violenza di genere una volta e per tutte, come promesso dalla comunità internazionale nell’Agenda degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2030», sottolineano in una nota congiunta il direttore generale dell’Unfpa Natalia Kanem, il direttore generale dell’Unicef Henrietta Fore, il direttore dell’Un Women Phumzile Mlambo-Ngcuka e il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Oggi ci sono circa 200 milioni di ragazze e donne che sono state vittime di mutilazioni genitali. Lo scorso anno al Summit ICPD25 a Nairobi, governi, società civile, organizzazioni religiose e aziende private si sono impegnate per porre fine a pratiche violente come quella della mutilazione genitale femminile entro dieci anni.

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos