Il contrasto alla dispersione scolastica

, Single Post Template

La costruzione di una rete di protezione e di sostegno per accompagnare bambini e ragazzi nel percorso di crescita e sottrarli ad una condizione di disagio

Scuole, istituzioni, enti locali, Arcidiocesi di Napoli, enti del terzo settore. Tutti assieme per contrastare la dispersione scolastica in provincia di Napoli. Questa la base del patto educativo siglato lo scorso venerdì a Napoli con il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi. La costruzione di una rete di protezione e di sostegno per accompagnare bambini e ragazzi nel percorso di crescita e sottrarli ad una condizione di disagio e sofferenza che, purtroppo, è crescente in molti territori.

Il patto prevede l’assegnazione di 41,1 milioni di euro a 217 istituzioni scolastiche nell’area metropolitana di Napoli (di cui 78 nel Comune di Napoli per 14,8 milioni). Ogni scuola avrà a disposizione una media di circa 180 mila euro. I finanziamenti saranno destinati direttamente agli istituti scolastici sulla base di criteri quali il tasso di dispersione, il contesto socio-economico e il numero delle studentesse e degli studenti.

Centrale in questo percorso il terzo settore. A dimostrarlo il fatto che tra i firmatari del patto ci sia il Portavoce regionale del Forum Terzo Settore Campania, Giovanpaolo Gaudino. «Un momento importante per stringere un’alleanza forte per creare una rete a sostegno dei bambini e ragazzi della nostra città. Una corresponsabilità del mondo adulto per fare in modo che bambini e ragazzi possano sognare un futuro migliore», ha sottolineato Gaudino.

Il patto è stato inoltre sottoscritto dall’assessore all’Istruzione della Regione Campania, Lucia Fortini, dal sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, dal Prefetto Claudio Palomba, dall’Arcivescovo, Domenico Battaglia, e dal presidente di Con i bambini, Marco Rossi Doria.

@dalsociale24

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Skip to content