Cina, i laureati nei campi d’allevamento

, Single Post Template

Ji Yongfeng è stato il primo giovane laureato a tornare a casa ed investire nel settore ovino

La contea di Huanxian in Cina è prevalentemente sterile dal punto di vista agricolo. Questo ha favorito la povertà tra i residenti. Intere generazioni hanno allevato pecore. Ma la pastorizia non ha prodotto i benefici attesi. Per contrastare la povertà il giovane Ji Yongfeng ha deciso di tornare nella provincia di Gansu. Laureato alla Northwest Agricultural & Forestry University oggi è presidente dell’associazione di categoria dell’industria ovina a Huanxian.

Nei primi tempi non è stato facile. Era solo. Dopo tre anni Ji è diventato direttore di una fattoria. Con lui hanno iniziato a lavorare cinque laureati. Oggi divide il suo tempo tra l’allevamento e la formazione ai giovani laureati che vogliono apprendere le tecniche di allevamento di pecore da applicare ai villaggi del nord-ovest della Cina.

Secondo Ji Yongfeng l’ingresso di laureati nel locale settore dell’allevamento ovino ha prodotti importanti cambiamenti. In primis i laureati hanno introdotto metodi scientifici nell’allevamento che stanno contribuendo a ridurre la povertà. Inoltre «rispetto ai lavoratori assunti a livello locale, i laureati erano ben istruiti e imparavano in fretta e possedevano maggiori capacità», ha spiegato Ji Yongfeng all’Ansa.

La crescita del settore ha creato interesse anche nel governo locale di Qingyang che ha messo a disposizione dei giovani laureati degli incentivi. Dagli uffici gratuiti ai prestiti e sussidi, fino a ridurre i costi delle utenze di acqua ed elettricità.

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos