Bigiotti, i gioielli creati da ragazzi con disabilità

, Single Post Template

L’attività mira a consolidare le abilità cognitive e manuali dei ragazzi con disabilità e ad assicurare loro nuove attività socio-occupazionali

Ogni amante dei gioielli sogna di avere un pezzo unico, realizzato appositamente per sé. Un gioiello su misura e che richiami un preciso messaggio. “Amati”, “Abbi cura di te”. Questi sono alcuni dei messaggi apparsi sui primi gioielli realizzati dai ragazzi con disabilità che frequentano il centro diurno alternativo di via Battisti a Crema, gestito dalla locale Anffas. Bracciali, anelli, anelli twist in alluminio, portachiavi ed orecchini in ottone. Ognuno di questi Bigiotti potrà essere personalizzato con dei testi. Pezzi unici appunto, che saranno realizzati anche da mani diverse. «Con ogni probabilità, lo stesso gioiello passerà di mano in mano, a seconda delle abilità dei nostri artigiani. La personalizzazione di ogni pezzo ci consentirà di coltivare la fantasia e di soddisfare le richieste di ciascuno», ha spiegato l’ideatrice del progetto Chiara Marchesi.

L’attività mira a consolidare le abilità cognitive e manuali dei ragazzi con disabilità che frequentano il servizio diurno. Intento primario del progetto è fare inclusione e assicurare ai ragazzi nuove attività socio- occupazionali. La personalizzazione viene realizzata attraverso la tecnica del metal stamping, che consiste nell’incisione tramite timbratura di lettere e simboli direttamente sul metallo. I primi gioielli saranno realizzati in occasione della festa della mamma. Le prenotazioni possono essere effettuate al numero 335 7898239. Le offerte raccolte saranno destinate al servizio diurno alternativo.

LEGGI ANCHE: A Torino il bike sharing accessibile

Per la vicepresidente di Fondazione Alba Anffas Crema, Daniela Martinenghi questo percorso «consente di ampliare il numero di attività diffondendo bellezza. Da sempre Anffas propone progettualità personalizzate e volte a valorizzare le abilità della singola persona. In questo caso è bello pensare che le mani dei nostri artigiani possano contribuire a creare oggetti che fanno sentire belle le persone. Un bijou, del resto, racconta chi siamo. Per Anffas è importante sapere che dietro ad ogni gioiello ci saranno le sensazioni, le emozioni e le storie dei nostri ragazzi. Chi indosserà tutto questo porterà a spasso bellezza».

@dalsociale24

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos

Skip to content