Un piano straordinario per senza fissa dimora

, Single Post Template

Tra le proposte quella di replicare la campagna contro lo spreco alimentare del 2018

Durante il primo lockdown di primavera Acli Napoli aveva sostenuto circa 200 famiglie meno abbienti attraverso la spesa sospesa. Ora che l’inverno è alle porte con la Campania zona rossa chiede alle istituzioni di pensare ad un piano straordinario per le persone senza fissa dimora. Nella sola città di Napoli sono oltre 2mila le persone che vivono in strada. L’attuale situazione, che prevede la chiusura di tavole calde e bar, peggiora la condizione degli homeless. Per questo Acli Napoli ha proposto di replicare la campagna contro lo spreco alimentare del 2018.

Per rimarcare la posizione l’associazione è scesa in strada con un flashmob che ha visto tra i protagonisti anche la cantante ed attrice M’Barka Ben Taleb. A margine della manifestazione il presidente di Acli Napoli, Maurizio D’Ago, ha sottolineato che «non si muore solo di Coronavirus, ma anche di freddo e soprattutto di fame. Sollecitiamo tutte le istituzioni ad avviare ogni forma di attività possibile finalizzata a garantire l’aiuto ed il sostegno concreto alle fasce più martoriate e pure meno ascoltate in quanto troppo spesso invisibili per la classe politica».

LEGGI ANCHE: Il cappotto per i senza dimora di Napoli

Il delegato Acli alla povertà, Pasquale Gallifuoco, ha ricordato che «restare a casa è sicuramente il modo migliore per fermare la pandemia, un gesto di grande responsabilità. Eppure non tutti possono farlo. C’è purtroppo qualcuno che una casa in cui restare non ce l’ha. Siamo fortemente impegnati nel recupero del cibo e nella redistribuzione di quella parte di produzione in eccesso che andrebbe distrutta, e che invece, grazie al nostro operato, garantisce ai senza dimora un buon pasto quotidiano».

Redazione
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos